Telefono: (+39) 0565.853278 - Settore Formazione: (+39) 0565.471278

Gestire grandi dataset ambientali: tutti i vantaggi di TL-Ambiens, la piattaforma software creata da TerreLogiche

logoTLambiens

Recentemente, sul n. 5/2017 della rivista on line Geomedia è stato pubblicato un interessante articolo su  TL-Ambiensl’ultimo prodotto software realizzato da TerreLogiche per il monitoraggio ambientale. Cogliamo l’occasione per approfondire in questa sede tutti i vantaggi della piattaforma, in grado di cambiare in modo determinante il processo di gestione dei dati ambientali.

La normativa ambientale (Dlgs 152/2006) impone autocontrolli a tutte le attività che producono impatto (anche solo potenziale) sull’ambiente. Dai ripetuti controlli deriva la produzione di grandi quantità di dati analitici, relativi a diverse matrici ambientali e su numerosi punti di controllo, la cui gestione è spesso complicata se non lasciata al caso.

Inoltre, se da un lato la normativa impone il confronto dei dati acquisiti con i limiti di legge e la comunicazione agli Enti di controllo del loro eventuale superamento, dall’altro bisogna affrontare degli ostacoli reali: il solo confronto con le soglie di legge non permette la reale comprensione dei fenomeni in atto con una conseguente perdita di informazioni preziose; il Gestore dell’attività ricorre alla consulenza di esperti che necessitano della storia dei monitoraggi eseguiti su tutte le matrici ambientali, operazione complessa, onerosa e che richiede tempi lunghi.

Purtroppo, in caso di superamento delle soglie, Il Gestore è chiamato a rispondere in tempi rapidi alle richieste dell’Ente di controllo, pena la chiusura dell’impianto.

Proprio l’esigenza di gestire una tale mole di dati complessi e disomogenei è alla base di TL-Ambiens, un sistema di archiviazione dinamica dei dati multitemporali di monitoraggio ambientale, in un ambiente GIS, facilmente aggiornabile e interrogabile, con strumenti di analisi grafica e numerica del dato.

Ecco le principali funzionalità con cui è possibile operare: 

  • Visualizzazione della distribuzione spaziale e temporale dei dati
    Layer geografici (GIS) di matrici, sottomatrici ambientali, superamenti di soglia;
  • Diversi filtri di ricerca (matrice, campagna, intervallo di date, punto di controllo, range di valori, metodo analitico, laboratorio);
  • Visualizzazione immediata di eventuali superamenti di CSC e livelli di allarme;
  • Realizzazione di mappe tematiche e diagrammi (cronogrammi, scatterplot, diagrammi classificativi);
  • Importazione dati da fogli elettronici;
  • Verifica qualità dei nuovi dati analitici importati;
  • Analisi statistica con strumenti numerici e grafici (istogrammi, Box-Plot, QQ-Plot);
  • Esportazione tabelle, grafici e mappe tematiche, realizzazione di report stampabili;
  • Modulo per gestione stazioni di monitoraggio continuo.

Un esempio dei vantaggi di tali funzionalità è il caso studio della discarica del “Tiro a Segno”, situata a sud dell’abitato di Navacchio (PI), è stata oggetto di controllo da parte di ARPAT per i valori elevati di arsenico che venivano riscontrati nelle acque sotterranee. È stato condotto uno studio ad hoc da TerreLogiche e IGG-CNR, nel quale TL-Ambiens si è rivelato un valido supporto decisionale nella risoluzione dei problemi ambientali.

Sono risultati decisivi vantaggi come: la possibilità di gestire i dati da un’unica interfaccia omogenea, flessibile e di facile utilizzo; la verifica immediata della qualità dei dati e dei superamenti di soglia; l’uso multiutente della piattaforma. In definitiva, l’uso di un unico database sempre aggiornato e di consultazione immediata rende TL-Ambiens un efficace mezzo di gestione dei dati ambientali, operazione che non dipende più dalla memoria del tecnico preposto, ma diventa parte essenziale del know-how aziendale.

Per tutti gli approfondimenti, rimandiamo all’articolo di Geomedia.

 

 

 

Prossimi Corsi

GIS Open Source Base (QGIS)
Sede: Pisa
Data: 7-8-9 Febbraio 2018
GIS Open Source Base (QGIS)
Sede: Roma A
Data: 14-15-16 Febbraio 2018
GIS Open Source Avanzato (QGIS)
Sede: Pisa
Data: 19-20-21 Febbraio 2018
Modellazione delle acque sotterranee con Modflow
Sede: Roma B
Data: 21-22-23 Febbraio 2018

Richiesta informazioni

Follow Us

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.